Domenica 23 aprile

Ore 10:30 e ore 12:00 Sala Teatro
Il Piccolo Principe e l’Aviatore
drammaturgia di Samuele Boncompagni da Antoine de Saint-Exupéry
regia Amanda Sandrelli
musiche di Massimo Ferri e Luca Baldini
testi delle canzoni di Stefano Ferri
con Samuele Boncompagni l’aviatore
e con Massimiliano Dragoni percussioni,
Luca “Roccia” Baldini basso,
Massimo Ferri chitarra e bouzouki,
Mariel Tahiraj violino,
Gianni Micheli clarinetti e fisarmonica,
Stefano Ferri voce
illustrazioni originali di ALVALENTI
scene Lucia Baricci
luci Paolo Bracciali
suono Michele Pazzaglia
produzione Officine della Cultura

Il Piccolo Principe è la storia più semplice e allo stesso tempo più intensa che tutti noi abbiamo letto. Una storia per ragazzi, ma soprattutto per gli adulti che non si sono mai dimenticati completamente di essere stati bambini.
L’allestimento di Officine della Cultura, che sancisce il debutto come regista dell’attrice Amanda
Sandrelli, vede in scena un narratore/aviatore (Samuele Boncompagni), accompagnato da una piccola orchestra a cui è affidato non solo il compito di sottolineare con atmosfere musicali i vari
passaggi della storia, ma anche quello di raccontarne delle parti importanti attraverso nove canzoni. Il tutto è impreziosito dalla videoproiezione delle illustrazioni disegnate da Alvalenti, affermato grafico, illustratore e umorista senese e dagli elementi scenografici di Lucia Baricci.
Un racconto, un concerto, un intreccio tra musica, narrazione e immagini, ma anche un gioco in cui
tutti saranno invitati a ricordare, raccontare, disegnare: una pecora, un serpente, una stella…


Ore 11:30 Sala Letteratura
Luigi Necco e Marion Bertram
dialogano sul Tesoro di Priamo e su Schliemann a Napoli.
Leggende e Tesori di Napoli


Sergio Cammariere Incontro al Festival Mann

Ore 16:00 Sala Toro Farnese
Incontro con Sergio Cammariere


Ore 18:00 Sala Teatro
Edipo Re: Oltre la fine la Città nuova
Lucilla Giagnoni e Fiammetta Fazio
Dialogo fra un’attrice – narratrice e una storica – grecista
Con interventi musicali dal vivo di Luca Nulchis ed Egidiana Carta

L’Edipo Re è un thriller, uno dei più strepitosi e riusciti thriller della storia della letteratura che avvince gli spettatori e lettori da 25 scoli.
Edipo, il protagonista, un passo dopo l’altro dipana il mistero e risolve l’enigma che tiene in ostaggio la sua cittadinanza, trama complicata di destino, passioni e scelte dell’uomo. L’uomo, la sua impotenza rispetto a forze non controllabili, ma anche la sua capacità di scegliere, sono al centro della tragedia perfetta di Sofocle.
Lucilla Giagnoni, insieme a Fiammetta Fazio e a due musicisti straordinari, Luca Nulchis ed Egidiana Carta, raccontandoci questo thriller ci avvolgono in un dialogo – conferenza – spettacolo il cui scopo è portare a una riflessione su che cosa è Responsabilità, che cosa è Politica, che cosa è Città e Saper Vedere oltre la Fine.
Partendo dalla fine dell’Apocalisse di Giovanni, nella quale si immagina la città come luogo perfetto in cui l’uomo può manifestare compiutamente la sua intelligenza, felicità e umanità, passando dall’Atene del V secolo, arriviamo ad oggi.
Le parole recitate da Lucilla, alternate a quelle di Fiammetta che ce le spiegano, ed enfatizzate dalla musica evocativa, viscerale eseguita da Luca ed Egidiana (armonium indiano, pianoforte, canto e flauto) conducono in uno spazio che è antico e moderno, presente e passato, intensamente emotivo e ci regalano un’occasione preziosa di riflessione e approfondimento sulla nostra comunità e la nostra responsabilità in essa.


Concerto serale Sergio Cammariere Festival Mann
ore 21:30 Salone della Meridiana

Sergio Cammariere
IO

Sergio Cammariere – voce e piano
Amedeo Ariano – batteria
Luca Bulgarelli – contrabbasso
Bruno Marcozzi – percussioni
Daniele Tittarelli – sax

Originario di Crotone e “cittadino del mondo” per inseguire il grande sogno della musica, ha pubblicato diversi album, tra cui “Dalla pace del mare lontano”, “Sul sentiero”, “Il pane il vino e la visione”, “Carovane” e l’ultimo, uscito nel 2012, che porta il suo nome e ne delinea una precisa e raffinata identità, “Sergio Cammariere”. Autore di colonne sonore di prestigio per il cinema, collabora anche con il teatro, riscuotendo sempre successi di critica e pubblico. Grande e generoso concertista, vincitore di premi importanti tra cui la Targa Tenco, sempre attento alla ricerca di nuove sonorità, la sua sensibile versatilità ne fa un artista a tutto tondo, che spazia dalla musica classica al jazz, da ritmi sudamericani ad atmosfere progressive, rese originali da un talento innato per la composizione e da una sinergia con il suo pianoforte che è quasi un prolungamento del suo essere.
La sua musica d’autore si presenta come un viaggio coinvolgente nelle sonorità più raffinate e intense in cui l’artista esprime una forte personalità, tra ritmo, canzoni e momenti più intimi di pianoforte solo e un’anima jazz che da sempre è l’impronta riconoscibile di ogni sua composizione.
Accompagnato dalla sua storica band, Sergio Cammariere proporrà i brani più amati del suo repertorio insieme a quelli del suo recente CD in cui trovano spazio nuove esaltanti creazioni frutto di una ricerca musicale in continua evoluzione. In ogni suo concerto emerge il calore del grande pianista, la finezza degli arrangiamenti, le sue improvvisazioni estrose e libere ed una grande sensibilità che pervade ogni nota.